Phone: +39 051 846994 | Email: assistenza@3d4steel.com
Comprare una stampante 3D porterà danni irreversibili al tuo fatturato, se lo farai in questo modo

Comprare una stampante 3D porterà danni irreversibili al tuo fatturato, se lo farai in questo modo

Comprare una stampante 3D porterà danni irreversibili alla tua azienda – se lo farai in questo modo 

Come investire nei sistemi additivi con la sicurezza di aver fatto la scelta giusta.

Secondo Warren Buffett, investire è sempre stato considerato rischioso, se lo fai senza tener conto dei 2 fattori più importanti:

1) devi avere delle competenze da insider nel campo nel quale andrai a investire;

2) devi avere il totale controllo sull’investimento;

se non puoi soddisfare queste due regole, allora non investire o rischi davvero di finire sul lastrico.

Comprare una stampante 3D è un investimento che ti permette di accelerare la tua produzione e di far crescere il tuo cash flow aziendale, come è successo alla Nike, che ha aumentato il suo fatturato del 13% in un solo anno.

La stampa 3D, come ogni investimento, comporta dei rischi e non puoi affidarti al primo venditore che ti suona il campanello o andare alla cieca.

“Ovvio che non vado alla cieca! Io mi informo prima.”

Puoi informarti quanto vuoi e devi farlo, seguendo anche blog sull’argomento, come questo ad esempio, ma informarsi non basta, perché purtroppo i venditori di stampanti 3D generaliste, che trovi in giro, non ti danno la possibilità di investire

senza

alcun

rischio.

Qualsiasi venditore di una stampante 3D generalista ti promette che la macchina che ha a catalogo sia adatta al tuo tipo di produzione, che ti farà diventare milionario e velocizzerà il tuo flusso produttivo.

Queste promesse campate in aria non hanno però elementi di prova che ti dimostrino la verità.

I sistemi additivi non convengono a tutti i tipi di produzione e quindi non a tutti i tipi di aziende

Se devi realizzare dei componenti standard, tutti uguali fra loro, in grande quantità ogni giorno, ti costerebbe un patrimonio produrli con qualsiasi stampante 3D e andresti in rosso in meno di un mese.

Questo nessun venditore di stampanti 3D per metalli te lo dice.

Le stampanti 3D sono come degli abiti misura: devi prima verificare che le caratteristiche del macchinario vadano bene per i ritmi della tua azienda e per il tuo portafoglio.

Quando sfogli i siti o i cataloghi dei venditori generalisti, ti si illuminano gli occhi davanti a quei giganti spaziali, appena usciti da un film di fantascienza, che ti promettono ricchezza e prestigio, nascondendoti però i loro lati più oscuri come: quanto ti costa mantenerli o quanto in realtà sono veloci nel produrre i tuoi componenti.

essuno ti dice quanto costa mantenere una stampante 3D per metalli generalista…

Non basta attaccarla alla corrente, accenderla e spegnerla quanto ti fa comodo: devi tenere conto, ad esempio, della pulizia e della sicurezza.

Iniziamo dalla pulizia:

se compri una stampante 3D generalista, ovvero che stampa con qualsiasi materiale, dall’alluminio, al titanio, all’acciaio, devi sempre pulire meticolosamente la camera di stampa e i tubi della bestia, prima di stampare un altro componente con una polvere diversa.

Per pulire tutti i tubi dove è passata la polvere di una stampante 3D, in modo che non ci siano delle gravi contaminazioni fra le varie tipologie di polvere, ti ci vuole una giornata intera, come minimo.

Una giornata nella quale la tua produzione si arresta.

Il tuo fatturato non cresce.

Le spese invece aumentano.

Sono sicuro che sai già benissimo quanto sia devastante per la tua produzione un fermo macchina…

Se dopo ogni ciclo di stampa non pulirai i filtri alla perfezione, rischierai di produrre dei componenti impuri e contaminati che, soprattutto se produci packaging per alimentari o cosmetici, possono mettere a rischio la vita dei consumatori.

Non solo…

Dato che ogni metallo si fonde a temperature diverse, a causa di una dannosa contaminazione, nel componente si potrebbero formare delle impurità che compromettono la solidità dei tuoi pezzi.

Prima di spiegarti il motivo numero uno che ti farà risparmiare una valanga di soldi, solo venendone a conoscenza, voglio parlarti di una questione di vita o di morte.

Ecco le misure di sicurezza che devi considerare se non vuoi avere i tuoi tecnici sulla coscienza

Con alcune stampanti 3D generaliste potrebbe morire un tuo operatore!

Tranquillizzati, non tutte sono a rischio morte per fortuna.

Le stampanti 3D più pericolose sono quelle che utilizzano l’argon.

Devi sapere che ogni stampante 3D a polveri metalliche, necessita di un gas per funzionare: azoto, argon, idrogeno ed elio.

Ti conviene evitare come la peste bubbonica le stampanti 3D che utilizzano il gas argon, un killer spietato e silenzioso, inodore, incolore e insapore, che soffoca le sue vittime che non possono più scappare dalle gelide grinfie della morte.

L’argon si sostituisce all’ossigeno nell’aria senza che i tuoi operatori si accorgano di nulla

Immagina quindi di ritrovare stesi per terra, senza vita, i tuoi colleghi di lavoro, a causa di una fuga di argon che non potevi evitare o prevedere in alcun modo.

Se vuoi saperne di più sugli effetti dell’argon e su come i criceti potrebbero aiutarti a far scappare i tuoi operatori in tempo, prima di rimanere soffocati, leggi qua.

Quindi quando compri una stampante 3D da un venditore generalista hai solo promesse astratte, senza avere numeri alla mano, elementi di prova e altre considerazioni da tenere in conto, come la sicurezza della stampante o le tempistiche e i soldi necessari per la sua manutenzione.

 “Ma i venditori di stampanti 3D almeno mi danno un campione prototipo per farmi vedere come stamperà il loro macchinario!”

Ecco il motivo perché un campione prototipo non ti serve a nulla per valutare se quella stampante 3D è adatta alla tua produzione:

non ti serve a niente vedere quel campione prototipo stampato in 3D, perché è standard e non è il prototipo di un TUO componente che ti serve stampare.

Con i sistemi additivi ogni componente viene stampato con tempistiche e costi diversi: non puoi generalizzare o paragonare i campioni gratuiti che ti mostrano i venditori generalisti, con i componenti che devi stampare tu una volta comprato il macchinario.

Se un venditore ti mostra un campione e ti dice che ci sono volute solo due ore per stamparlo, puoi crederci se vuoi, ma non è detto che il componente che vorrai stampare tu ci metterà lo stesso tempo.

La velocità di una stampante 3D non dipende solo dalla potenza del laser, ma anche dalla geometria, la posizione sul piatto di stampa, le dimensioni e il materiale di un componente.

Ci sono troppe variabili sulla velocità e i costi di produzione, che è necessario valutare caso per caso.

Ecco perché è impossibile, illogico e rischioso comprare una stampante 3D senza prima averla provata

Sì, hai letto bene! Dovresti aver la possibilità di provare la tua stampante 3D ancora prima di comprarla e investire cifre altissime per un macchinario che non sai nemmeno se ti farà produrre e guadagnare più velocemente.

La valutazione della produzione personalizzata è l’aspetto cardine del mio metodo Corsystem: solo valutando il tuo caso specifico e adattando la stampante 3D ai tuoi componenti e al tuo tipo di produzione, produrrai più velocemente e guadagnerai di più grazie ai sistemi additivi.

Nessun venditore di stampanti 3D generaliste può darti questa garanzia e un documento che provi che le loro promesse non sono le solite bugie dei venditori farlocchi.

Nessuno tranne l’unico produttore al mondo di stampanti 3D specializzate in acciaio, ovvero io, Ivano Corsini.

Ho scelto di specializzarmi nell’acciaio perché è un materiale che costa 1/3 meno rispetto ad altri materiali, come l’alluminio ad esempio, secondo Roland Berger.

In più l’acciaio è il principe dell’industria meccanica proprio per la sua versatilità e la sua solidità

Grazie all’ottimizzazione topologica, che distribuisce il materiale solo nei punti importanti e alleggerisce il componente togliendone il superfluo dove non serve e grazie alla possibilità con i sistemi additivi di realizzare componenti cavi all’interno, anche i prodotti stampati in acciaio sono leggeri, come quelli in alluminio, ma molto più resistenti.

Scegliere di stampare solo con polveri d’acciaio mi ha dato la possibilità di non usare l’argon, ma l’azoto, un gas che è già presente in atmosfera per il 78% e che quindi avrai GRATIS!

Non dovrai temere che un tuo operatore ci lasci le penne o sborsare € 0,90 al normal litro per comprarti l’argon.

Considera che solo per riempire la camera di stampa ci vogliono generalmente almeno 500 litri di gas, quindi per partire già hai speso 450 € in argon: una bella botta al tuo fatturato!

Ma c’è di più…

potrai accedere all’unico sistema personalizzato esistente,

il 3D4YOU, che ti permette di verificare se la stampante 3D specializzata in acciai è un buon investimento per la tua azienda, ancora prima di decidere se comprarla

In dettaglio avrai in mano un vero e proprio documento con all’interno i dati reali di quanto ti costerebbe produrre un TUO componente con la stampante 3D per acciai, diventata famosa come l’Orso blu.

Specifico scrivendo in maiuscolo “un TUO componente”, perché non ti mostrerò un prototipo standard per farti vedere quanto produce bene l’Orso blu, ma farò tutti i test con il componente che mi darai tu e che sceglierai insieme ad un esperto 3D4STEEL, quello che vuoi produrre con i sistemi additivi, una volta comprata la stampante.

Il prezioso documento che ti salverà dalle bombe di bugie dei venditori e che metterà in salvo le casse della tua azienda, ti dirà:

1) se ti conviene a livello economico e finanziario produrre con i sistemi additivi i tuoi componenti.  (Grazie a questo dato rivelatore non rischierai di fare un investimento sbagliato che, invece di farti fatturare di più, ti mangia i soldi più velocemente);

2) se davvero produci più velocemente con i sistemi additivi o se invece la promessa iniziale è solo il verme succulento per far abboccare il pesce;

3)  come dovrai posizionare sul piatto di stampa il tuo componente, per rendere la produzione più veloce, a basso costo ed efficiente;

Le belle notizie non sono finite:

se scopri che il 3D4YOU non fa per te, che il prezioso documento non ti è servito, che non sei interessato a investire nei sistemi additivi o che non ti conviene nemmeno farlo:

riavrai indietro tutti i soldi grazie alla garanzia 0 rischi

io non voglio venderti una stampante 3D per acciai se poi non la usi o per te diventa solo una spesa.

So che con l’Orso blu:

1) non dovrai usare l’argon così da far lavorare in sicurezza i tuoi operatori; (eviterai così la galera, accuse di far lavorare i tuoi colleghi in un luogo non sicuro e non sognerai cadaveri e zombi);

2) non spenderai importanti giorni produttivi a pulire minuziosamente i filtri della stampante, per non contaminare le polveri di acciaio inox con l’alluminio; (potrai garantire ai tuoi clienti dei prodotti più sicuri);

3) potrai provare la stampante 3D per soli acciai senza rischiare di mandare a monte la tua azienda, prosciugare il tuo fatturato e rimanere in mutande.

Avrai un documento dettagliato che ti catapulterà nel futuro e ti mostrerà come la tua azienda si trasformerebbe in una miniera d’oro e ad un orologio super efficiente, grazie ai sistemi additivi.

Se mai nella tua vita sarai interessato alla stampa 3D, 3D4YOU è l’unico modo per accertarti che per la tua produzione i sistemi additivi sono un investimento milionario, senza rischiare di perdere l’azienda, la casa e lasciare senza un tetto sopra la testa anche i tuoi figli.

Prima o poi dovrai per forza affacciarti alla foresta oscura dell’additive manufacturing, perché la diffusione della stampa 3D si sta espandendo a macchia d’olio su svariate produzioni e molti colossi multinazionali stanno già godendo dei benefici.

Tu cosa aspetti?

Vuoi davvero rimanere indietro? Intrappolato nel passato, mentre i tuoi concorrenti più coraggiosi ti rubano i clienti, producendo più velocemente di te?

O ancora peggio…. Vuoi fidarti delle promesse di venditori che non ti danno nessun elemento di prova?

Se accetti il mio invito al 3D4YOU, con la garanzia che non ci rimetterai soldi, perché te li ridarò tutti indietro se non sarai contento, clicca il bottone rosso.

Purtroppo posso seguire nel dettaglio solo 4 aziende al mese, proprio perché l’assistenza del 3D4YOU è a tu per tu e super personalizzata.

Per i mesi primaverili mi rimangono solo 2 posti: uno potrebbero essere il tuo.

Clicca sul bottone rosso!

Ivano Corsini

Fondatore e CEO di 3D4STEEL. Creatore del metodo CorSystem - il metodo definitivo per produrre più velocemente e guadagnare di più con una stampante 3D per acciai. Imprenditore 4.0

Lascia un commento

Chiudi il menu

Newsletter

Lascia qua i tuoi dati per ricevere settimanalmente gli aggiornamenti sugli articoli del nostro blog e le novità sul mondo della stampa 3D per acciai